Call for articles

A 20 anni dal G8 di Genova: bilanci e prospettive

Scienza&Pace Magazine vuole dedicare uno spazio di approfondimento al G8 di Genova del 2001. A distanza di 20 anni pensiamo sia importante partire dalla ricostruzione e dalla memoria di quei giorni, a cui molte testate stanno giustamente dedicando attenzione, per aprire una riflessione di lungo periodo, interdisciplinare, orientata alla costruzione di una società più giusta e pacifica.  

Ci interessa ricostruire lo spirito che animava le diverse componenti del movimento dei movimenti e analizzare la sospensione dei diritti democratici, denunciata da più parti e sanzionata in diversi procedimenti giudiziari, incluso quello che ha interessato la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo. Su questo terreno, invitiamo a riflettere in generale su come prevenire gli abusi da parte delle forze dell’ordine per garantire a tutte e tutti il diritto di manifestazione e di protesta.  

Ma ci interessa anche analizzare l’eredità del movimento per la giustizia globale, visibile nelle proteste anti-austerità e nei movimenti per i beni comuni dieci anni dopo, ma anche oggi nei Fridays for Future, in Black Lives Matter, in Non Una di Meno o in No Profit on Pandemics. Cosa resta di quelle analisi del capitalismo globalizzato e delle rivendicazioni in materia di pace, disarmo, diritti, tutela dell’ambiente, libertà di movimento? Cosa permane di quel repertorio d’azione che intrecciava protesta e proposta, di quella struttura organizzativa a rete basata sulla democrazia partecipativa e deliberativa, o dell’uso del web per costruire una comunicazione autogestita, alternativa ai media mainstream?

Vi invitiamo pertanto a contattarci (magazine@cisp.unipi.it) se possibile entro il 30 settembre 2021 con le vostre proposte di articoli, indicandoci l’argomento e la data in cui intendete inviare il contributo, in modo da poterne decidere e programmare la pubblicazione.

Oltre a pubblicare contributi originali (massimo 15.000 caratteri spazi inclusi, senza note, con link ipertestuali), raccoglieremo iniziative editoriali di altre testate come articoli, podcast, video e libri. Vi preghiamo pertanto di segnalarci contributi che ritenete di particolare interesse e valore.