Video

Questa pagina contiene tutti i “Video della settimana“, selezionati dalla reazione per il loro particolare contenuto e contributo di conoscenza.

 

Ruth Bader Ginsburg, RBG, nella sua lunga carriera culminata con la nomina alla Corte Suprema degli Stati Uniti, ha segnato profondamente la cultura giuridica e la società statunitensi. La sua stessa presenza nel massimo organo giurisdizionale del paese (solo 4 donne in tutto sono state finora giudici della Corte Suprema) ha rappresentato un segnale importante nella lotta contro le barriere che impediscono alle donne l’accesso a professioni tradizionalmente riservate agli uomini. Negli anni Settanta, in qualità di avvocato impegnato nell’American Civil Liberties Union, RBG ha contribuito in modo decisivo a far riconoscere le discriminazioni di genere come violazioni della clausola della “equal protection” sancita dal 15° emendamento. Come giudice, ha proseguito il suo impegno sia per l’eguaglianza e l’autodeterminazione delle donne, anche in tema di libertà riproduttiva, che per l’eguaglianza delle persone LGBTQ.

Fonte: The New York Times.

 

Il campo profughi di Moria, sull’isola greca di Lesbo, è uno dei più grandi e sovraffolati d’Europa. Nella notte tra l’8 e il 9 settembre 2020 è stato quasi completamente distrutto dalle fiamme appiccate, sembra, da alcuni residenti come segno di protesta. La rivolta sarebbe nata a causa della situazione di totale incertezza circa il futuro delle persone presenti nel campo, acuita dalle misure restrittive imposte dalle autorità per l’emergenza Coronavirus: la settimana prima 35 migranti erano risultati positivi al Covid-19 e si era deciso di imporre un lockdown nella struttura, allontanando i contagiati. Il campo di Moria è cresciuto soprattutto dopo l’accordo UE-Turchia del marzo 2016, in base al quale chi entra senza autorizzaziozione in Grecia dalla Turchia viene trattenuto in attesa di espulsione. Dopo l’incendio il governo tedesco ha anunciato che accoglierà 1.553 migranti, provenienti sia da Lesbo che da altre 4 isole greche: si tratta di 408 famiglie con bambini, già riconosciute titolari del diritto di protezione.

Fonte: Quotidiano.net

 

Esattamente 3 mesi fa, il 25 maggio 2020, George Floyd moriva nel corso di un arresto da parte della polizia di Minneapolis: un agente lo ha immobilizzato sull’asfalto, per 8:46 minuti, con il ginocchio sul collo non ascoltando la sua richiesta di aiuto. “I can’t breath”. “Non riesco a respirare”. Sia l’autopsia ufficiale che quella commissionata dai familiari mettono in relazione la morte di Floyd col violento trattamento subito durante il fermo. Un nuovo video, reso pubblico solo di recente, mostra i ritardi e la lentezza dei soccorsi. L’omicidio ha alimentato un vasto ciclo di proteste negli Stati Uniti, e non solo, contro il razzismo istituzionale di una parte della polizia e contro il razzismo sistemico della società, alla luce del numero sovradimensionato di maschi neri uccisi dalla polizia, arrestati o imprigionati nel corso degli ultimi anni.

Fonte: The Telegraph.

 

La deputata democratica Alexandria Ocasio-Cortez interviene in aula al Congresso degli Stati Uniti per stigmatizzare l’aggressione verbale sessista ricevuta dal collega repubblicano Ted Yoho che, dopo quanto accaduto, ha porto le sue scuse solo in maniera forzata e comunque formale. L’intervento contiene, oltre all’esperienza personale della deputata, una attenta analisi del meccanismo e delle cause socio-culturali del discorso d’odio a sfondo sessista.

Fonte: NowThis News.

 

Martedì 23 giugno è stato presentato il nuovo numero di Micromega interamente dedicato alla questione pandemia e al futuro che ci aspetta: “Dopo il virus, un mondo nuovo?”. Ingrid Colanicchia, giornalista di MicroMega, si è confrontata con Chiara Saraceno e Barbara Leda Kenny sull’impatto di genere del Covid.

Fonte: Micromega

 

La pandemia, la sua gestione e la costruzione del futuro, richiedono riflessioni complesse sul senso della salute e del benessere, che coinvolgano tutti i settori della nostra esistenza e mettano in relazione la sfera umana con quella animale e naturale, di cui gli esseri umani sono parte. In vista del Festival della Salute Globale, che si svolgerà a Padova dal 12 al 15 novembre 2020, l’artista e testimonial Saba Anglana ha dialogato con Barbara Bonomi Romagnoli, responsabile comunicazione del Network Italiano Salute Globale, su come comunicare la salute globale e i diritti umani.

Fonte: Editori Laterza

 

Le pandemie del passato hanno avuto varie ondate di infezioni, le successive spesso più gravi delle prime. Cosa ci possono insegnare, con le dovute e significative differenze, le varie ondate della influenza spagnola? Il servizio della CNBC International presenta alcuni elementi di riflessione.

Fonte: CNBC International

 

La riflessione di Matteo Duchini, studente dell’istituto Gadda Rosselli di Gallarate, sugli esami di maturità che iniziano il 17 giugno 2020 in tutta Italia: “Non ce li siamo immaginati così, eppure eccoci qua. Questa maturità non sarà mai solo nostra, perché abbiamo dovuto condividerla con un virus”.

Fonte: Corriere.it

 

Le conseguenze economico-sociali della crisi da Coronavirus sono già avvertite in molti paesi del mondo: lo segnalano il numero delle attività chiuse, l’aumento della disocupazione, il calo dei consumi. Ma come sarà l’economia del dopo Covid-19? Il rallentamento della crescita cinese, in particolare, potrà avere effetti importanti sul sistema produttivo globale. L’Economist presenta in maniera analitica ma accessibile i principali problemi in campo.

Fonte: The Economist

 

Cosa succede ai tempi del Covid-19 agli stranieri nei Centri per il Rimpatrio (CPR), negli hotspot, nelle navi dove dovrebbero svolgere la quarantena? Il loro trattenimento è legale? Confronto a quattro, orianizzato da CILD, la Coalizione Italiana Libertà e Diritti Civili.

Fonte: CILD.

 

Molti leader politici, statunitensi e non solo, affermano che “siamo in guerra contro il Covid-19“. La metafora militare però non è assolutamente adeguata a descrivere ciò che sta succedendo, né serve a ripondere alla crisi in corso. Anzi: l’enorme spesa militare è, nel caso degli Stati uniti, una delle con-cause della crisi, nella misura in cui assorbe risorse pubbliche che potevano (e potrebbero) essere impiegate per potenziare il sistema sanitario.

Fonte: Quincy Institute for Responsible Statecraft

 

Quanto è lunga la storia del nostro rapporto con le pandemie? Come le abbiamo affrontate nel corso del tempo? In che modo sono cambiate le modalità con cui le abbiamo affrontate? Ed oggi, come la nostra società sta vivendo questo momento eccezionale? Silvio Paone, dottore di ricerca in malattie infettive, intervista Mauro Capocci, docente di storia della medicina e storia della scienza all’Università di Pisa.

Fonte: Coronavirus – Dati e analisi scientifiche

 

Alessandra Scagliarini, professoressa di malattie infettive degli animali domestici all’Università di Bologna, e referente del suo ateneo nel Network Italiano delle Università per la Pace, interviene sul tema “Curare il pianeta, curare noi stessi”. Un’occasione per riflettere sulle cause e sugli effetti della pandemia da COVID-19.

Fonte: Università di Bologna

 

Come si può prevenire il contagio da COVID-19 in contesti a risorse limitate? Ecco come Medici con l’Africa Cuamm si sta preparando nell’ospedale di Tosamaganga, in Tanzania, e come si struttura il suo impegno nel paese, dal ministero della salute fino all’intervento nelle comunità. Ce lo raccontano i medici sul campo, Agata Miselli e Gaetano Azzimonti, e Alessandra Canneti e Giovanni Torelli dal coordinamento di Dar Es Salaam.

Fonte: Medici con l’Africa Cuamm

 

Seconda parte di una intervista alla Direttrice Regionale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per l’Africa, Dr. Matshidiso Moeti. Nei giorni in cui la pandemia iniziava a diffondersi in modo significativo anche in Africa, la Direttrice è intervenuta per spiegare come l’OMS sta sostenendo i vari paesi africani nell’afrontare la crisi sanitaria.

Fonte: Africa Renewal

 

Mercoledì 11 marzo 2020, il Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), Dr. Tedros Adhanom Ghebreyesus, dichiara in una storica conferenza stampa che quella da COVID-19 è, a tutti gli effetti, una pandemia.

Fonte: Global News